Borsa italiana in rosso con STM e Fincantieri: FTSE MIB -0,97%.

*Il FTSE MIB segna -0,97%, il FTSE Italia All-Share -0,98%, il FTSE Italia Mid Cap -1,02%, il FTSE Italia STAR -0,97%.

Mercati azionari europei deboli:* Euro Stoxx 50 -1,0%, DAX -1,2%, FTSE 100 -0,8%, CAC 40 -1,1%, IBEX 35 -1,0%.

Future sugli indici azionari americani in rosso: S&P 500 -0,3%, NASDAQ 100 -0,9%, Dow Jones Industrial -0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -1,73%, NASDAQ Composite -2,93%, Dow Jones Industrial -1,43%.

Mercato azionario giapponese in flessione, il Nikkei 225 termina a -1,34%. Borse cinesi negative: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen chiude a -1,80%, l'indice Hang Seng di Hong Kong al momento segna -2,3% circa.

*Netto calo in avvio per STMicroelectronics (-4,3%) in scia al -3,78% accusato ieri sera dal SOX, *l'indice di riferimento per i titoli del settore semiconduttori. Nvidia ha ceduto il 7,76% dopo la sospensione dei test sulle vetture a guida autonoma a seguito dell'incidente della scorsa settimana che ha causato la morte di una persona. Male anche gli altri titoli europeo del comparto Infineon (-3%), ASML (-2,7%), Dialog Semiconductor (-6,8%), AMS (-4,1%).

*Arretrano gli automobilistici FCA (-2,5%), Ferrari (-2,7%) e i titoli del settore cemento/costruzioni Buzzi Unicem (-2,3%), Salini Impregilo (-2,3%), Cementir (-1,9%), Astaldi (-0,8%).

Deboli i petroliferi in scia alla flessione di ieri pomeriggio del greggio*. I future maggio 2018 segnano per il Brent 69,40 $/barile, per il WTI 64,45 $/barile. In rosso Tenaris (-1,8%), Saipem (-2,6%), mentre Eni (-0,6%) limita i danni grazie all'aggiudicazione di licenze di produzione nella acque del Messico e alle rassicurazioni dell'a.d. Claudio Descalzi sulle forniture di gas dalla Russia.