Borsa italiana in rosso: Juve, Prysmian e Tenaris sotto pressione. FTSE MIB -0,27%.

*Il FTSE MIB segna -0,27%, il FTSE Italia All-Share -0,25%, il FTSE Italia Mid Cap +0,05%, il FTSE Italia STAR +0,06%.

BTP deboli, stabile lo spread.* Il decennale rende il 2,87% (+2 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 276 bp (invariato) (dati MTS).

Mercati azionari europei in verde: Euro Stoxx 50 +0,1%, FTSE 100 -0,5%, DAX +0,2%, CAC 40 invariato, IBEX 35 +0,2%. Fitch Ratings ieri ha messo in credit watch negativo il giudizio in doppia A sul credito sovrano del Regno Unito, citando il rischio di un downgrade nel caso di una Brexit senza accordo con la UE.

*Future sugli indici azionari americani in leggero rialzo: *S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 +0,2%, Dow Jones Industrial +0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,18%, NASDAQ Composite +0,03%, Dow Jones Industrial +0,24%. Dai verbali relativi al meeting del Federal Open Market Committee (FOMC, la commissione della Federal Reserve che si occupa di politiche monetarie) del 29-30 gennaio, pubblicati ieri sera, emergono due linee diverse in merito alla necessità di nuovi rialzi dei tassi d'interesse. Una Fed divisa tra quanti ritengono che l'aumento del costo denaro potrebbe essere necessario solo se l'inflazione superasse l'outlook di base e chi considera opportuno un incremento dei tassi entro la fine dell'anno se l'economia si evolvesse come previsto.

Mercato azionario giapponese sopra la parità, l'indice Nikkei 225 ha terminato a +0,15%. Borse cinesi incerte: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -0,26%, l'indice Hang Seng di Hong Kong a +0,41%.

Juventus FC -10,1% crolla in borsa dopo l'inattesa sconfitta in Champions League. Ieri sera i bianconeri hanno perso 2 a 0 con l'Atletico Madrid in casa degli spagnoli nell'andata degli ottavi di finale. Si tratta di un risultato che rende probabile l'eliminazione della Juve: i bianconeri erano tra i favoriti per la vittoria finale e la Champions era l'unico reale obiettivo, dato che il club torinese è stato eliminato dalla Coppa Italia e che il Campionato di Serie A molto difficilmente sfuggirà ai bianconeri (il vantaggio sul Napoli 2o in classifica è di ben 13 punti a 14 giornate dalla fine).