Borsa italiana in territorio positivo: acquisti su petroliferi e Leonardo. FTSE MIB +0,59%.

*Il FTSE MIB segna +0,59%, il FTSE Italia All-Share +0,55%, il FTSE Italia Mid Cap +0,35%, il FTSE Italia STAR +0,05%.

Mercati azionari europei in verde:* Euro Stoxx 50 +0,3%, FTSE 100 +0,1%, DAX 30 +0,2%, CAC 40 +0,3%, IBEX 35 +0,5%.

Future sugli indici azionari americani deboli: S&P 500 -0,2%, NASDAQ 100 -0,2%, Dow Jones Industrial -0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,04%, NASDAQ Composite -0,67%, Dow Jones Industrial +0,15%.

Mercato azionario giapponese negativo, il Nikkei 225 stamattina ha terminato la seduta a -1,32%. Borse cinesi stabili: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen poco fa ha chiuso a -0,07%, l'indice Hang Seng di Hong Kong al momento segna -0,1% circa.

Buon avvio di seduta per i petroliferi che sfruttano il recupero del greggio dai minimi di inizio mese toccati ieri mattina. Il future dicembre sul Brent segna 84,45 $/barile (da 82,70 circa), il future novembre sul WTI segna 74,75 $/barile (da 73,20 circa). In evidenza Saipem (+3%), seguita da Tenaris (+2,3%) ed Eni (+1,9%).

Leonardo (+2,4%) positiva grazie alle indiscrezioni del Sole 24 Ore secondo cui il gruppo è a buon punto nelle trattative per partecipare alla realizzazione del jet cinese CR929 progettato dalla società di Stato Comac (Commercial Aircraft Corporation of China). Quest'ultima avrebbe chiesto a Leonardo di realizzare la sezione centrale della fusoliera nello stabilimento di Zhangjagang in joint venture con un partner locale (Kangde).

*I bancari tentano un timido recupero (insieme ai BTP) *dopo la pesante flessione di ieri. L'indice FTSE Italia Banche segna +0,4%. In evidenza Intesa Sanpaolo (+0,9%), Banco BPM (+1,1%). Deboli BPER Banca (-0,9%) e UBI Banca (-1,1% a 3,01 euro) su cui JP Morgan ha peggiorato la raccomandazione da overweight a neutral e ridotto il target da 4,20 a 3,50 euro.