Borsa italiana in verde: balzo Saipem, STM in forte calo. FTSE MIB +0,32%.

*Il FTSE MIB segna +0,32%, il FTSE Italia All-Share +0,41%, il FTSE Italia Mid Cap +0,99%, il FTSE Italia STAR +0,72%.

Mercati azionari europei positivi:* Euro Stoxx 50 +0,7%, FTSE 100 +0,5%, DAX 30 +0,4%, CAC 40 +0,8%, IBEX 35 +0,3%.

Future sugli indici azionari americani in rosso: S&P 500 -0,6%, NASDAQ 100 -0,8%, Dow Jones Industrial -0,6%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,55%, NASDAQ Composite -0,42%, Dow Jones Industrial -0,50%.

*Mercato azionario giapponese positivo, stamattina il Nikkei 225 ha terminato la seduta a +0,37%. Borse cinesi incerte: *l'indice CSI 300 (Shanghai e Shenzhen) poco fa ha chiuso a +0,15%, l'Hang Seng (Hong Kong) al momento segna -0,5% circa.

Balzo in avanti di Saipem (+6,9%) nonostante che i dati del terzo trimestre presentino più ombre che luci. I ricavi si attestano a 2,259 miliardi di euro, in calo dai 2,283 dello stesso periodo del 2017 ma meglio dei 2,025 attesi. L'EBITDA passa da 264 milioni di euro a 232 (attesi 247,2), mentre l'EBITDA adjusted sale da 271 milioni a 277. Il risultato netto passa da un utile di 53 milioni di euro a una perdita di 34, mentre gli analisti puntavano su +39 milioni. Il risultato netto ajusted scende da 59 a 11 milioni, contro attese pari a 41,9. L'indebitamento netto si attesta a 1,27 miliardi di euro, in linea con le previsioni. Il gruppo ha confermato le proprie stime per il 2018. Durante la conference call di presentazione della trimestrale l'a.d. Stefano Cao ha affermato le buone relazioni stabilite con l'Arabia Saudita consentono di guardare con ottimismo ai molti progetti onshore e offshore previsti in quell'area. Circa due settimane fa Upstream (testata specializzata nel settore petrolifero) ha riferito che Saipem è in buona posizione per aggiudicarsi buona parte delle commesse offshore da 3 miliardi di dollari che Saudi Aramco assegnerà a breve.