Borsa italiana in verde, bene BTP e spread. FTSE MIB +0,26%.

*Il FTSE MIB segna +0,26%, il FTSE Italia All-Share +0,28%, il FTSE Italia Mid Cap +0,31%, il FTSE Italia STAR +0,23%.

BTP in ottima forma.* Il decennale rende il 2,86% (-5 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 261 bp (-5 bp) (dati MTS).

Mercati azionari europei sopra la parità: Euro Stoxx 50 +0,2%, FTSE 100 +0,7%, DAX +0,1%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 +0,4%.

Future sugli indici azionari americani stabili: S&P 500 invariato, NASDAQ 100 invariato, Dow Jones Industrial +0,1%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,45%, NASDAQ Composite +0,42%, Dow Jones Industrial +0,51%.

Mercato azionario giapponese in rialzo, l'indice Nikkei 225 stamattina ha terminato a +0,97%. Borse cinesi positive: l'indice CSI 300 (Shanghai e Shenzhen) ha chiuso +0,72%, l'Hang Seng (Hong Kong) a +0,55%.

*Performance positive per i petroliferi *Saipem +1,7%, Tenaris +0,2% ed Eni +0,6%, con il greggio che sale sui massimi da circa un mese: il future marzo sul Brent segna 62,20 $/barile, il future febbraio sul WTI 53,10 $/barile.

Debole il lusso dopo il report negativo di Jefferies sul settore e le parole di Jerome Powell. Il presidente della Federal Reserve ha sollevato timori di rallentamento dell'economia globale, e in particolare di quella cinese (area sensibile per il comparto). In rosso Moncler -0,1% e soprattutto Salvatore Ferragamo -2,4% a 17,40 euro: Jefferies ha peggiorato il giudizio a underperform e tagliato consistentemente il target da 21 a 14 euro.

Incerto il settore auto con Brembo in rosso, -2,9% a 9,9850 euro, dopo che Kepler Cheuvreux ha peggiorato la raccomandazione da buy a hold e ridotto il target da 12 a 11 euro. Sale Pirelli&C +1,8%, mentre FCA +0,4% oscilla sopra la parità dopo il comunicato ufficiale sulla risoluzione dei contenziosi in materia di emissioni diesel negli USA. Il Lingotto pagherà circa 800 milioni di dollari tra sanzioni e transazioni, somma "in linea con l'accantonamento effettuato dalla società a tale fine nel terzo trimestre del 2018".