Borsa italiana in verde, focus su ipotesi intesa PD-M5S. FTSE MIB +0,25%.

*Il FTSE MIB segna +0,25%, il FTSE Italia All-Share +0,23%, il FTSE Italia Mid Cap +0,11%, il FTSE Italia STAR +0,24%.

BTP stabili, spread in calo.* Il rendimento del decennale segna 1,32% (chiusura precedente a 1,31%), lo spread sul Bund 196 bp (199) (dati MTS). Il mercato crede all'intesa PD-M5S che porterebbe alla formazione di un governo, scongiurando il rischio di elezioni anticipate.

*Mercati azionari europei incerti: *Euro Stoxx 50 invariato, FTSE 100 -0,4%, DAX +0,1%, CAC 40 -0,2%, IBEX 35 +0,3%.

Future sugli indici azionari americani sopra la parità: S&P 500 +0,1%, NASDAQ 100 +0,1%, Dow Jones Industrial +0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,82%, NASDAQ Composite +0,90%, Dow Jones Industrial +0,93%.

Mercato azionario giapponese stabile, il Nikkei 225 ha terminato a +0,05%. Borse cinesi incerte: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +0,31%, l'Hang Seng di Hong Kong al momento segna -0,9% circa.

Bene i bancari grazie al calo dello spread. L'indice FTSE Italia Banche segna +0,8%. In evidenza Banco BPM +1,5%, Intesa Sanpaolo +1,0%, UniCredit +1,0%.

*Il calo di rendimenti e spread favorisce anche le utility: Hera +0,6%, Enel +0,6%, Terna +0,3%,

In verde Juventus Football Club +1,1%* che estende il rally delle ultime sedute e tocca i massimi da metà luglio. Ieri il club bianconero ha annunciato "l'apertura di una branch a Hong Kong", con l'obiettivo di "essere più a stretto contatto con 171 milioni di fan potential" nell'area APAC (Asia Pacific).

*Ottimo inizio di seduta per Amplifon +1,1% che tocca a 24,00 euro il nuovo massimo storico.