Borsa italiana in verde: USA-Cina e Brexit i temi dominanti. FTSE MIB +0,24%.

*Il FTSE MIB segna +0,24%, il FTSE Italia All-Share +0,24%, il FTSE Italia Mid Cap +0,31%, il FTSE Italia STAR +0,46%.

BTP positivi dopo la netta correzione di ieri, spread in lieve calo.* Il rendimento del decennale segna 1,03% (chiusura precedente a 1,06%), lo spread sul Bund segna 152 bp (da 154) (dati MTS).

Mercati azionari europei positivi: Euro Stoxx 50 +0,5%, FTSE 100 -0,3%, DAX +0,9%, CAC 40 +0,3%, IBEX 35 +0,3%.

Future sugli indici azionari americani positivi: S&P 500 +0,4%, NASDAQ 100 +0,6%, Dow Jones Industrial +0,3%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,64%, NASDAQ Composite +0,60%, Dow Jones Industrial +0,57%.

Mercato azionario giapponese in progresso, il Nikkei 225 ha terminato a +1,15%. Borse cinesi toniche: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +0,96%, l'Hang Seng di Hong Kong al momento segna +2,2% circa.

Ieri sono ripresi i negoziati USA-Cina sul commercio a Washington. L'obiettivo è quello di evitare l'incremento dei dazi su 250 miliardi di dollari di importazioni di prodotti cinesi negli States che entreranno in vigore il martedì 15 ottobre. In partenza il clima non era disteso, dopo la vicenda delle 28 entità cinesi inserite nella black list. Ieri pomeriggio è però arrivato il tweet di Donald Trump: "Grande giornata di negoziati con la Cina. Loro vogliono un accordo, ma io? Incontrerò il vice premier domani alla Casa Bianca". *Da segnalare anche le ultime notizie relative alla Brexit: sembra essersi aperto uno spiraglio per un accordo.

Gli industriali prolungano il rally *di ieri grazie all'ottimismo per un esito positivo dei negoziati USA-Cina sul commercio attualmente in corso a Washington. A Milano STM +1,7%, CNH Industrial +1,9%, FCA +0,7%, Leonardo +0,6%.