Borsa italiana migliore in Europa con bancari e petroliferi, spread in calo. FTSE MIB +0,71%.

*Il FTSE MIB segna +0,71%, il FTSE Italia All-Share +0,70%, il FTSE Italia Mid Cap +0,72%, il FTSE Italia STAR +0,70%.

BTP stabili, scende lo spread.* Il rendimento del decennale segna 1,74% (chiusura precedente a 1,75%), lo spread sul Bund 205 bp (da 210) (dati MTS).

Mercati azionari europei incerti: Euro Stoxx 50 invariato, FTSE 100 +0,1%, DAX -0,1%, CAC 40 invariato, IBEX 35 -0,2%.

Future sugli indici azionari americani in lieve calo: S&P 500 -0,2%, NASDAQ 100 -0,2%, Dow Jones Industrial -0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,12%, NASDAQ Composite +0,54%, Dow Jones Industrial -0,08%.

Mercato azionario giapponese sotto la parità, il Nikkei 225 ha terminato a -0,15%. Borse cinesi incerte: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha terminato a -0,17%, l'Hang Seng di Hong Kong al momento segna +0,3% circa.

Bene STMicroelectronics +2,5% in sintonia con il settore semiconduttori europeo: AMS +3%, Infineon +1,1%.

Partenza positiva per i bancari: l'indice FTSE Italia Banche segna +1,5%, l'EURO STOXX Banks +0,8%. Bene UBI Banca 2,3%, BPER Banca +2,2%, Banca MPS +5,1%. Sale anche Unicredit +1,9% che si conferma in buona forma dopo che ieri ha chiuso con un leggero rialzo (+0,32%) nonostante la debolezza del comparto causata dal forte calo di Deutsche Bank (oltre -9% tra lunedì e martedì) in scia all'annuncio del massiccio piano di ristrutturazione. Il titolo dell'istituto guidato da Jean Pierre Mustier ha guadagnato terreno su indiscrezioni di Reuters secondo cui è alla ricerca di un advisor per assisterlo in una revisione della struttura del gruppo finalizzata a rafforzarne il profilo europeo e migliorarne le condizioni di funding tramite la separazione delle attività estere da quelle italiane (queste ultime sono penalizzate dal fardello dei crediti deteriorati). Le due fonti vicine al dossier citate dall'agenzia confermano le indiscrezioni di ieri mattina del Messaggero e del Sole 24 Ore. A dicembre UniCredit presenterà il piano 2020-2023.