Borsa italiana migliore in Europa con utility e Atlantia, BTP in rally. FTSE MIB +0,53%.

*Il FTSE MIB segna +0,53%, il FTSE Italia All-Share +0,52%, il FTSE Italia Mid Cap +0,51%, il FTSE Italia STAR +0,46%.

BTP in ulteriore forte progresso *dopo il balzo di ieri. Il decennale rende l'1,88% contro il 2,00% della chiusura precedente, lo spread sul Bund segna 223 bp (da 235) (dati MTS).

*Mercati azionari europei poco mossi: *Euro Stoxx 50 +0,1%, FTSE 100 +0,3%, DAX invariato, CAC 40 invariato, IBEX 35 +0,1%.

Future sugli indici azionari americani stabili: S&P 500 invariato, NASDAQ 100 -0,1%, Dow Jones Industrial invariato. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,77%, NASDAQ Composite +1,06%, Dow Jones Industrial +0,44%.

Mercato azionario giapponese in leggero rialzo, il Nikkei 225 ha terminato a +0,11%. Borse cinesi positive: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +0,03%, l'Hang Seng di Hong Kong al momento segna +1,3% circa.

*Atlantia +1,5% recupera parte del -3,23% accusato ieri. *In un'intervista a Repubblica il vicepremier Di Maio ha ribadito che il gruppo di tecnici incaricato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) di redigere un parere sul crollo del Ponte Morandi ha individuato responsabilità in capo al concessionario (Autostrade per l'Italia, gruppo Atlantia) tali da giustificare la revoca unilaterale della concessione. Il leader del M5S ha però aggiunto di essere pronto a "individuare una soluzione, a patto che Autostrade paghi e si faccia giustizia verso le vittime".

Performance positive per le utility: Terna +1,8%, Italgas +1,5%, Snam +1,5%, A2A +1,2%.

FCA -0,2% in lieve ribasso. A giugno i marchi del Lingotto (escludendo Ferrari e Maserati) hanno fatto segnare vendite in calo dell'11,2% a/a contro il -2,1% del mercato. La quota di mercato risulta pertanto in flessione al 22,5% dal 24,8% di un anno fa.