Borsa italiana poco sotto la parità, deboli i bancari. FTSE MIB -0,17%.

*Il FTSE MIB segna -0,17%, il FTSE Italia All-Share -0,13%, il FTSE Italia Mid Cap +0,17%, il FTSE Italia STAR +0,09%.

BTP stabili. *Il decennale rende il 2,51% (invariato rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 254 bp (+2 bp) (dati MTS).

*Mercati azionari europei incerti: *Euro Stoxx 50 -0,1%, FTSE 100 +0,1%, DAX -0,2%, CAC 40 +0,1%, IBEX 35 -0,2%.

Future sugli indici azionari americani sopra la parità: S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 +0,1%, Dow Jones Industrial +0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,08%, NASDAQ Composite -0,07%, Dow Jones Industrial +0,06%.

Mercato azionario giapponese in deciso recupero, l'indice Nikkei 225 ha terminato a +2,15%. Borse cinesi deboli: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -1,13%, l'indice Hang Seng di Hong Kong a +0,15%.

Incertezza nel settore petrolifero con acquisti su Saipem +1,6%, mentre Tenaris -1,2% perde terreno, poco mossa Eni -0,1%. Il greggio è in leggero recupero: il future giugno sul Brent segna 67,20 $/barile, il future maggio sul WTI segna 59,45 $/barile.

*Bancari sotto la parità. *L'indice FTSE Italia Banche segna -0,5%. Deboli BPER Banca -1,8%, Banco BPM -1,3%, UniCredit -0,6%. In verde FinecoBank +0,3%, Mediobanca +0,1%.

*Incertezza anche tra gli industriali *con Leonardo +0,7%, FCA +0,2%, STM +0,4% positive, mentre CNH Industrial -1,2%, Pirelli&C -1,1%, GIMA TT -2,5%, Maire Tecnimont -1,6% perdono terreno.

Moncler, +1,0% a 35,13 euro, positiva in avvio di seduta grazie al report di Morgan Stanley: raccomandazione overweight confermata e target incrementato da 35,50 a 37,00 euro.