Borsa italiana positiva: bene le utility, Juventus in ulteriore ribasso. FTSE MIB +0,26%.

*Il FTSE MIB segna +0,26%, il FTSE Italia All-Share +0,29%, il FTSE Italia Mid Cap +0,46%, il FTSE Italia STAR +0,57%.

BTP e spread poco mossi.* Il rendimento del decennale segna 0,84% (chiusura precedente a 0,83%), lo spread sul Bund segna 141 bp (da 141) (dati MTS).

Mercati azionari europei in verde: Euro Stoxx 50 +0,2%, FTSE 100 +0,3%, DAX +0,2%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 +0,4%.

*Future sugli indici azionari americani positivi: *S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 +0,3%, Dow Jones Industrial +0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,01%, NASDAQ Composite -0,06%, Dow Jones Industrial +0,06%.

Mercato azionario giapponese poco sopra la parità, il Nikkei 225 ha terminato a +0,09%. Borse cinesi in verde: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +0,27%, l'Hang Seng di Hong Kong al momento segna +0,3% circa.

Italgas +1,8% guadagna ulteriore terreno dopo il +1,62% di ieri in scia al via libera dell'Autorità Garante per la Concorrenza (Antitrust) all'acquisizione del 2% circa di Toscana Energia, di cui deteneva già il 48,7%: "Con tale acquisizione, Italgas verrà a detenere la maggioranza assoluta delle azioni di Toscana Energia e pertanto scatteranno le modifiche statutarie già decise per il verificarsi di tale evenienza, che comporteranno la modifica della composizione del CDA (i cui membri saranno scelti con voto di lista e dunque in maggioranza designati da Italgas) e l'eliminazione dell'obbligo di maggioranza qualificata per le decisioni strategiche di cui all'art. 18 dello Statuto". Oggi Italgas ha comunicati di aver deliberato il rinnovo del Programma EMTN, avviato nel 2016 e successivamente rinnovato nel 2017 e nel 2018, aumentandone, contestualmente, l'importo massimo dagli attuali nominali 3,5 miliardi di euro a nominali 5 miliardi di euro.