Borsa italiana positiva, deboli i BTP. FTSE MIB +0,22%.

*Il FTSE MIB segna +0,22%, il FTSE Italia All-Share +0,23%, il FTSE Italia Mid Cap +0,29%, il FTSE Italia STAR +0,37%.

BTP deboli, spread in rialzo. *Il rendimento del decennale segna 0,93% (chiusura precedente a 0,88%), lo spread sul Bund segna 154 bp (da 151) (dati MTS).

Mercati azionari europei sopra la parità: Euro Stoxx 50 +0,1%, FTSE 100 +0,5%, DAX +0,2%, CAC 40 -0,1%, IBEX 35 +0,2%.

Future sugli indici azionari americani in verde: S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 +0,2%, Dow Jones Industrial +0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,09%, NASDAQ Composite -0,17%, Dow Jones Industrial +0,26%.

*Mercato azionario giapponese positivo, il Nikkei 225 ha terminato a +0,56%. Borse cinesi in lieve rialzo: *l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +0,62%, l'Hang Seng di Hong Kong al momento segna +0,0% circa.

*Petroliferi in progresso: *il greggio recupera dai minimi di venerdì e si porta a ridosso dei massimi da inizio agosto. Il future novembre sul Brent segna 62,10 $/barile, il future ottobre sul WTI 57,05 $/barile. Saipem +1,1%, Eni +1,0%, Tenaris +0,2%.

*Bene i bancari: *l'indice FTSE Italia Banche segna +0,8%. In rialzo le big UniCredit +1,0% e Intesa Sanpaolo +0,8%, positive UBI Banca +1,0%, Banca MPS +1,3%.

Buon avvio per Moncler, +0,5% a 36,14 euro, grazie ad HSBC: la raccomandazione migliora da hold a buy e il target viene alzato da 42 a 43 euro. Inoltre nella Lettera al risparmiatore de Il Sole 24 Ore si legge che le proteste a Hong Kong (peraltro in via di esaurimento dopo che Carrie Lam, capo esecutivo di Hong Kong, ha ritirato ufficialmente la proposta di legge sull'estradizione verso la Cina che ha provocato mesi di disordini nella ex colonia britannica) non creeranno problemi finanziari al gruppo.