Borsa italiana positiva, focus resta su USA-Cina. Sale Saipem. Spread in rialzo. FTSE MIB +0,47%.

*Il FTSE MIB segna +0,47%, il FTSE Italia All-Share +0,49%, il FTSE Italia Mid Cap +0,68%, il FTSE Italia STAR +0,61%.

BTP in rosso, sale lo spread. *Il rendimento del decennale segna 1,37% (chiusura precedente a 1,32%), lo spread sul Bund segna 171 bp (da 165) (dati MTS).

*Mercati azionari europei positivi: *Euro Stoxx 50 +0,4%, FTSE 100 +0,3%, DAX +0,2%, CAC 40 +0,5%, IBEX 35 +0,5%.

*Future sugli indici azionari americani in verde: *S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 +0,3%, Dow Jones Industrial +0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,08%, NASDAQ Composite -0,04%, Dow Jones Industrial -0,01%. *Larry Kudlow, consigliere economico della Casa Bianca, ha dichiarato che i negoziati della cosiddetta fase 1 dell'accordo USA-Cina sul commercio sono vicini all'obiettivo, "ma ancora non è fatta". *

Mercato azionario giapponese positivo, il Nikkei 225 ha terminato a +0,70%. Borse cinesi complessivamente deboli: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -0,74%, l'Hang Seng di Hong Kong a +0,01%.

Saipem +2,7% sale in avvio e tocca i massimi da metà settembre. Bloomberg riferisce che è in corso la valutazione di una fusione con la concorrente Subsea 7, al fine di creare un colosso europeo nel settore dei servizi oil&gas.

*Buona performance per i bancari. *L'indice FTSE Italia Banche segna +0,4%. Positive UniCredit +0,9%, Mediobanca +0,5% e Credito Valtellinese +4,4% (quest'ultima sui massimi da aprile).

Hera +1,3% si conferma sui massimi storici. Ieri alcuni broker sono usciti con report positivi: i conti al 30 settembre pubblicati due giorni fa si sono rivelati migliori delle attese.