Ottima performance per CNH Industrial (+5,48% a 10,97 euro) che accelera dopo la pubblicazione dei dati del terzo trimestre 2017 e tocca a 11,03 euro il nuovo record assoluto (10,99 il precedente del 2011). I ricavi consolidati sono saliti del 15,3% a/a mentre i ricavi delle attività industriali hanno fatto segnare +15,9% a/a. L'utile operativo delle attività industriali è aumentato del 41% a 351 milioni di dollari, mentre l'utile netto adjusted è stato pari a 148 milioni di dollari nel terzo trimestre rispetto a 68 milioni di dollari nel terzo trimestre del 2016. L'indebitamento netto industriale è pari a 2,6 miliardi di dollari al 30 settembre 2017, in aumento di 0,5 miliardi di dollari rispetto al 30 giugno 2017 "per effetto del tipico incremento stagionale nel capitale di funzionamento netto". CNH ha anche annunciato il rimborso anticipato di tutto il prestito obbligazionario in essere di CNH Industrial Capital LLC del valore nominale di 600 milioni di dollari e scadenza luglio 2018. Record storico anche per Ferrari (+1,98%) *che mette a segno il quarto rialzo consecutivo e sale fin sui 103 euro. La "rossa" pubblicherà i dati del terzo trimestre giovedì 2 novembre. Nuovo massimo assoluto pure per *Campari (+1,47%) che estende il rally delle ultime sedute e si spinge fin sui 6,89 euro il nuovo massimo storico. Il cda per l'approvazione dei conti al 30 settembre è in programma il 7 novembre.

Mediaset (+2,40%) positiva in sintonia con l'indice EURO STOXX Media (+0,9%). Secondo il Sole 24 Ore la neonata joint venture tra TIM e Canal+ non parteciperà alla gara per i diritti della Serie A del prossimo triennio. In teoria questo scenario è positivo in quanto il gruppo di Cologno Monzese avrebbe un concorrente in meno da fronteggiare nel tentativo di ri-aggiudicarsi i diritti. Il Sole riferisce anche che la bozza di accordo elaborata dai legali per risolvere il contenzioso con Vivendi su Mediaset Premium sarebbe stata rigettata da entrambe le parti. Mediaset pubblicherà i dati al 30 settembre il 7 novembre.