Inizia oggi a New York l'Italian Equity Roadshow, due giorni organizzati da Borsa Italiana per agevolare gli incontri fra le società quotate sul mercato italiano e gli investitori americani.

Oltre 60 investitori in rappresentanza di 50 case di investimento hanno confermato la loro presenza e richiesto meeting con le società.

Sono 15 le società quotate presenti a New York appartenenti a 13 settori industriali, dai servizi finanziari, all'alimentare, ai prodotti medicali, alle infrastrutture e al settore automobilistico.

All'evento, organizzato in collaborazione con Banca IMI, Equita-Auerbach&Grayson, Intermonte SIM, partecipa anche il Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Sono circa 200 gli incontri fra le società, Borsa Italiana, il Ministero dell'Economia e delle Finanze, gli investitori e la comunità finanziaria locale. In particolare, il Ministero dell'Economia e delle Finanze incontrerà gli investitori in meeting individuali e in due sessioni pubbliche.

Questi i nomi delle aziende quotate presenti: Amplifon, Astaldi, Banca Ifis, Banca Mediolanum, Brembo, Campari, Cattolica Assicurazioni, Credito Emiliano, De' Longhi, Igd – Siiq, Ima, Maire Tecnimont, Rai Way, Reply, Salini Impregilo.

Raffaele Jerusalmi, CEO di Borsa Italiana, ha commentato: "L'Italian Equity Roadshow rientra nella strategia di promozione presso la comunità finanziaria internazionale del mercato azionario italiano. Gli Stati Uniti d'America sono stabilmente il paese straniero più importante nella compagine azionaria del nostro mercato. La quantità e la qualità degli incontri organizzati a New York sono significativi dell'interesse nei confronti del mercato italiano e rappresentano un'opportunità per alimentare la relazione strategica tra le società italiane e questi importanti investitori".