Borsa NY, continuano le trimestrali buone ma le tensioni Usa - Cina mettono un freno al rialzo. Wilbur Ross, il segretario al Commercio degli Stati Uniti, parlando in TV, ha detto che gli USA sono ancora "miles and miles from a resolution", miglia e miglia lontani da un accordo con la Cina sul fronte dell'accordo commerciale. Le sue parole hanno gelato i mercati che speravano di essere ormai in procinto di una soluzione mutualmente condivisa. Intanto i Democratici fanno un primo passo per risolvere l'empasse dello "shutdown", si dicono pronti a finanziare per 5,7 miliardi di dollari interventi per la sicurezza del confine (droni, raggi x e sensori oltre che pattuglie di vigilanza) ma non vogliono pagare per il "muro" chiesto da Trump. Stanno emergendo le prime linee, anche se sbiadite di un accordo, accordo che potrebbe materializzarsi entro la prossima settimana. Un sondaggio della CBS riporta che 7 americani su 10 sono contrari allo shutdown motivato dai contrasti sulla costruzione del muro al confine con il Messico, ma a livello dell'elettorato dei singoli partite le percentuali sono rovesciate: il 70% dei Repubblicani vuole il muro, il 70% dei Democratici non lo vuole. Le parole di Wilbur Ross sono state in parte bilanciate dai buoni dati trimestrali mostrati da Lam Research (semiconduttori), Textron (difesa, dell'aerospazio e della sicurezza), Xilinx (dispositivi logici programmabili).

(AM - www.ftaonline.com)