La Borsa di New York ha chiuso la prima seduta piuttosto debole dopo il rally di venerdì innescato dall'accordo commerciale preliminare tra Usa e Cina. Il Dow Jones ha perso lo 0,11%, l'S&P 500 lo 0,14% e il Nasdaq Composite lo 0,10%. La richiesta da parte di Pechino di nuove trattative per discutere i dettagli dell'intesa prima della fine del mese ha spento l'entusiasmo degli investitori.
Tra i titoli in evidenza Aecom +6,27%. La società di engineering con base a Los Angeles ha raggiunto un accordo per cedere la divisione che si occupa di servizi di gestione a un consorzio di private equity di cui fanno parte Lindsay Goldberg e American Securities per circa 2,41 miliardi di dollari.
Nike +1,05%. Bank of America Merrill Lynch ha migliorato il giudizio sul titolo del colosso dell'abbigliamento sportivo a "neutral" da "underperform" con target price a 98 dollari (rivisto da 70 dollari).
Ppl Corporatio +2,26%. Secondo fonti citate dal Financial Times, l'utility e la connazionale Avangrid sarebbero in trattativa per una fusione che darebbe vita a un colosso del valore di oltre 67 miliardi di dollari, debito incluso.
Tapestry -2,81%. Ubs ha peggiorato il giudizio sul titolo del proprietario dei marchi Coach e Kate Spade a "neutral" da "buy".
Il mercato obbligazionario è rimasto fermo per il Columbus Day.
Martedì prende il via la stagione delle trimestrali con i conti intermedi di Unitedhealth Group, Johnson & Johnson, JPMorgan, Blackrock, Wells Fargo.

(RV - www.ftaonline.com)