La Borsa di New York ha chiuso la prima seduta della settimana debole a causa dell''escalation delle proteste a Hong Kong. L'S&P 500 ha perso lo 0,20% e il Nasdaq Composite lo 0,13%. Poco sopra la parità il Dow Jones (+0,04%). Sullo sfondo restano i dubbi circa una soluzione per la guerra commerciale lanciata da Donald Trump contro la Cina.
Tra i titoli in evidenza Boeing +4,56%. Il colosso aerospaziale prevede di riprendere le consegne dei 737 Max dal prossimo mese.
Walgreens Boots Alliance +5,08%. Secondo Bloomberg, il fondo di private equity KKR sarebbe interessato al buyout della catena di farmacie.
Occidental Petroleum -3,04%. Carl Icahn ha annunciato di avere ridotto di circa un terzo la partecipazione nel gruppo energetico. L'investitore attivista, che ha combattuto contro l'acquisizione da 38 miliardi di dollari di Anadarko Petroleum (decisa lo scorso agosto dal gruppo di Houston), in una lettera inviata venerdì agli azionisti ha comunicato di avere ceduto 10 milioni di titoli Occidental Petroleum, conservandone comunque ancora 23 milioni, pari a circa 900 milioni di dollari.
Cisco Systems -1,5%. Piper Jaffray ha peggiorato il giudizio sul titolo del leader mondiale nei settori del networking e dell'IT a "neutral" da "overweight".
Axa Equitable Holdings +1,6%. Axa ha annunciato il pricing per la vendita del 29% di capitale ancora detenuto in Eqh. Un totale di 144 milioni di titoli passa a Goldman Sachs, underwriter unico dell'emissione secondaria, al prezzo unitario di 21,80 dollari. L'ex sussidiaria Usa del colosso assicurativo transalpino da parte sua acquisterà 24 milioni di azioni da Goldman Sachs allo stesso prezzo.
L Brands -1,35%. Deutsche Bank ha tagliato il rating sul titolo del proprietario del marchio Victoria's Secret a "hold" da "buy".