La Borsa di New York ha chiuso la prima seduta della settimana in rialzo in scia all'ottimismo espresso da Donald Trump nel weekend. Il presidente Usa ha dichiarato alla Cbs che i negoziati con Pechino "stanno andando molto bene" e si è detto fiducioso sul fatto che un accordo con la Corea del Nord sia in dirittura d'arrivo. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,70%, l'S&P 500 lo 0,68% e il Nasdaq Composite l'1,15%.
Tra i titoli in evidenza Clorox +6%. Il gruppo dei beni di consumo ha annunciato un utile per azione superiore alle attese (1,40 dollari contro gli 1,30 dollari del consensus). In linea il giro d'affari (1,47 miliardi). La società ha confermato le stime per l'intero esercizio in corso (ricavi in crescita tra il 2% ed il 4% ed Eps compreso tra 6,20 e 6,40 dollari).
Ultimate Software +19%. Il gruppo "cloud ha annunciato di aver ricevuto ed accettato una offerta di acquisto da un gruppo di investitori guidato da Hellman & Friedman. La proposta prevede 331,50 dollari per azione in contanti. Il valore dell'operazione è pari a circa 11 miliardi di dollari.
Sysco +5% Il gruppo della distribuzione alimentare ha chiuso il secondo trimestre con un utile per azione adjusted superiore alle attese a 0,75 dollari contro i 73 centesimi del consensus. I ricavi sono cresciuti a 14,8 miliardi di dollari da 14,4 miliardi di un anno prima.
Maxwell Technologies +50%. Tesla ha annunciato l'acquisto del produttore di batterie per 218 milioni di dollari interamente in azioni. Papa John's International +10%. Starboard Value ha investito 200 milioni di dollari nella catena di pizzerie.
Alphabet +2,04% in attesa della pubblicazione dei risultati trimestrali.
Sul fronte macroeconomico il Dipartimento del Commercio U.S. ha annunciato che nel mese di novembre gli ordini industriali sono scesi dello 0,6% dopo il calo del 2,1% registrato a ottobre (rivisto da -2,1%) Gli economisti avevano stimato una crescita dello 0,3% su base mensile. Gli ordinativi alle fabbriche escluso il settore dei trasporti sono diminuiti dell'1,3% a novembre dopo un incremento dello 0,2% del mese precedente.