A New York l'indice S&P 500 guadagna lo 0,7% dopo circa un'ora dall'avvio delle contrattazioni. Segno più anche per il Nasdaq Composite (+1%) mentre il Dow Jones è sostanzialmente piatto, penalizzato dal crollo di Boeing.
Azionario favorito dall'ottimismo per il buon esito dei negoziati commerciali tra Washington e Pechino e dall'inattesa crescita delle vendite al dettaglio.
Tra i titoli in evidenza Boeing -8%. Un aereo 737 MAX 8 della Ethiopian Airlines si è schiantato ieri poco dopo il decollo causando 189 morti. Cina, Indonesia ed Etiopia hanno ordinato il rientro degli apparecchi dello stesso modello.
Mellanox Technologies +8%. Nvidia (+2,5%) ha annunciato l'acquisto della società israeliana (che ha base anche a Sunnyvale, in California) per 6,8 miliardi di dollari. Il produttore di chip ha messo sul piatto 125 dollari per azione.
FireEye +7%. JP Morgan ha alzato il rating sul titolo del gruppo della cybersecurity a overweight da neutral.
Sul fronte macroeconomico il Dipartimento del Commercio ha reso noto che le vendite al dettaglio hanno evidenziato nel mese di gennaio un incremento dello 0,2% m/m, in miglioramento rispetto alla lettura precedente pari a -1,2% e superiore alle attese fissate su una variazione nulla. L'indice escluso il comparto auto è cresciuto dello 0,9% dal -2,1% della rilevazione precedente. Le attese erano per una variazione positiva dello 0,4%.
Il Census Bureau reso noto che le Scorte delle imprese sono cresciute dello 0,6% a dicembre, risultando pari alle attese degli analisti e superiori al -0,1% della lettura precedente.

(RV - www.ftaonline.com)