La Borsa di New York ha aperto la seduta in leggero calo in attesa delle indicazioni che arriveranno più tardi dalla Fed. Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq Composite cedono lo 0,1%.
Tra i titoli in evidenza Mattel +17%. Il produttore di giocattoli ha comunicato risultati relativi al terzo trimestre segnati dal balzo dei profitti netti da 6,3 milioni di dollari, pari a 2 centesimi per azione, a 70,6 milioni, e 20 centesimi. Su base rettificata l'eps è salito da 18 a 26 centesimi, a fronte di ricavi in progresso da 1,44 a 1,48 miliardi di dollari. Il consensus di FactSet era per 16 centesimi e 1,43 miliardi rispettivamente.
General Electric +8%. La conglomerata ha rivisto al rialzo la stima sul free cash flow dell'esercizio in corso a 0/+2 miliardi di dollari da -1 mld/-2 mld della precedente guidance. Nel terzo trimestre l'utile per azione adjusted si è attestato a 0,15 dollari, 4 centesimi in più delle attese.
Electronic Arts -1%. Il produttore di videogame ha comunicato per il secondo trimestre del suo esercizio profitti netti rimbalzati da 255 milioni di dollari, pari a 83 centesimi per azione, a 854 milioni, e 2,89 dollari. Performance trainata in gran parte da benefici fiscali per complessivi 1,71 miliardi (625 milioni quelli attribuiti al secondo trimestre). I ricavi sono comunque cresciuti da 1,29 a 1,35 miliardi di dollari, a fronte di ordinativi netti (net booking, che comprendono tra l'altro commissioni di licensing, merchandising, pubblicità all'interno dei giochi, guide strategiche) saliti da 1,22 a 1,28 miliardi di dollari, contro gli 1,25 miliardi del consensus di FactSet.
Anixter International +14%. La società di private equity Clayton, Dubilier & Rice ha messo sul piatto 81 dollari per azione in contanti per l'acquisto della società che fornisce prodotti di comunicazione e sicurezza. L'operazione ha un valore di circa 3,8 miliardi di dollari.