La Borsa di New York ha aperto l'ultima seduta della settimana in ribasso a causa delle incertezze sull'esito delle trattative commerciali Tra Usa e Cina in corso a Washington. Il Dow Jones cede lo 0,5%, l'S&P 500 lo 0,5% e il Nasdaq Composite lo 0,6%.
Tra i titoli in evidenza Symantec -16%. Il gruppo della sicurezza informatica ha annunciato le dimissioni del chief executive Greg Clark, che lascerà con effetto immediato ogni carica societaria. Clark, che guidava il gruppo di Mountain View dal 2016, verrà sostituito su base temporanea dal membro del board Richard Hill. Parallelamente Symantec ha comunicato risultati per il quarto trimestre del suo esercizio segnati da profitti netti per 34 milioni, pari a 5 centesimi di dollaro per azione. Su base rettificata l'eps è calato da 44 a 39 centesimi, a fronte di ricavi in flessione da 1,21 a 1,19 miliardi. Il consensus di FactSet era per 39 centesimi e 1,21 miliardi rispettivamente.
GoPro +3%. La società specializzata nella produzione di videocamere per utilizzo "estremo" ha comunicato risultati per il primo trimestre segnati da perdite nette ridotte da 76 milioni, pari a 55 centesimi di dollaro per azione, a 24 milioni, e 17 centesimi. Su base rettificata il rosso è stato pari a 7 centesimi per azione, contro i 9 centesimi del consensus di FactSet. I ricavi sono invece rimbalzati del 20% a 243 milioni, contro i 234 milioni attesi dal mercato.
Viacom +1%. Il gruppo media ha chiuso il secondo trimestre fiscale con un utile per azione adjusted superiore alle attese (0,95 dollari contro gli 81 centesimi del consensus).
Sul fronte macroeconomico il Dipartimento del Lavoro ha comunicato che nel mese di aprile l'indice grezzo dei prezzi al consumo è cresciuto dello 0,3% rispetto a marzo risultando inferiore alle attese degli analisti (fissate su un indice dello 0,4%) e in rallentamento dalla variazione positiva dello 0,4% della rilevazione precedente. Su base annuale l'indice si è attestato al +2%, superiore alla lettura di marzo (+1,9%) ma inferiore al consensus,fissato al +2,1%. L'indice Core (esclusi energetici ed alimentari) è cresciuto dello 0,1% rispetto al mese precedente (consensus +0,2%). Su base annuale l'indice e' salito del 2,1% pari al consensus e superiore alla rilevazione precedente fissata su un indice del +2%.