La Borsa di New York ha aperto la seduta in ribasso a causa del deludente dato sul mondo del lavoro che ha innescato alcune prese di beneficio dopo i record di ieri. Il Dow Jones cede lo 0,6%, l'S&P 500 lo 0,4% ed il Nasdaq Composite lo 0,8%.
Tra i titoli in evidenza Hewlett Packard Enterprise Company -0,6%. Il gruppo dei servizi alle imprese ha comunicato risultati per il quarto trimestre del suo esercizio segnati da profitti netti in crescita da 9 a 157 milioni di dollari. L'eps non-Gaap si è attestato a 37 centesimi, contro i 34 centesimi attesi dagli analisti. La società californiana ha registrato nei tre mesi ricavi sostanzialmente invariati a 7,21 miliardi di dollari, sopra però ai 6,98 miliardi del consensus di FactSet.
Salesforce.com -9%. La società specializzata nel cloud computing ha comunicato risultati relativi al terzo trimestre del suo esercizio segnati da profitti netti per 1,08 miliardi, pari a 1,15 dollari per azione, contro il rosso di 109 milioni, e 12 centesimi, del pari periodo del 2019. Su base rettificata l'eps è più che raddoppiato da 75 centesimi a 1,74 dollari, a fronte di ricavi in crescita da 4,51 a 5,42 miliardi. Il consensus di FactSet era per 75 centesimi e 5,23 miliardi rispettivamente. Parzialmente deludente però l'outlook: il gruppo prevede per l'attuale trimestre utili a 73-74 centesimi per azione su 5,67-5,68 miliardi di ricavi (86 centesimi e 5,51 miliardi il consensus di FactSet). Salesforce, che ha parallelamente annunciato di avere raggiunto l'accordo per il takeover di di Slack Technologies (-3%) per 27,7 miliardi di dollari (45,86 dollari, 26,79 dollari in contanti il resto in azioni).
Moderna -0,3%. Merck ha venduto la partecipazione nell'azienda biotech che ha sviluppato il vaccino anti Covid-19.
Sul fronte macroeconomico la stima ADP (National Employment Report) sul mondo del lavoro ha evidenziato, nel mese di novembre, una crescita di 307 mila nuovi impieghi, da 365 mila unità della rilevazione precedente risultando inferiore alle attese degli addetti ai lavori che si aspettavano un incremento di 410 mila posti di lavoro.

(RV - www.ftaonline.com)