La Borsa di New York ha aperto l'ultima seduta della settimana in rialzo sostenuta dalle speranze per un vaccino anti Covid-19. Il Dow Jones guadagna lo 0,4%, l'S&P 500 lo 0,4% e il Nasdaq Composite lo 0,5%.
Il colosso farmaceutico Pfizer (+1,8%) ha comunicato che potrebbe presentare nel mese di novembre la domanda d'emergenza per l'approvazione del vaccino anti Covid-19 negli Stati Uniti. Mercati avvantaggiati anche dal dato sulle vendite al dettaglio ampiamente superiore alle attese.
Tra gli altri titoli in evidenza CIT Group +20%. Il gruppo bancario ha annunciato la fusione con First Citizens. Gli azionisti CIT Group riceveranno 0,0620 azioni First Citizens per ogni azione in possesso.
Schlumberger -5%. Il gigante dei servizi per l'industria petrolifera ha chiuso il terzo trimestre 2020 con una perdita di 82 milioni di dollari contro il rosso di 11,383 miliardi dello stesso periodo di un anno prima. I ricavi sono calati del 38% a 5,258 miliardi di dollari. L'Eps adjusted si è attestato a 0,16 dollari (consensus 0,13 dollari). Il board ha approvato un dividendo trimestrale di 0,125 dollari per azione in contanti.
Hertz Global Holdings +100%. Il gruppo specializzato nel noleggio di veicoli ha annunciato un rifinanziamento per 1,6 miliardi di dollari.
Sul fronte macroeconomico il Dipartimento del Commercio ha reso noto che le vendite al dettaglio hanno evidenziato nel mese di settembre un rialzo nettamente superiore alle attese (+1,9% m/m contro il +0,7% del consensus) in crescita dal +0,6% precedente. L'indice escluso il comparto auto è cresciuto dell'1,5% dopo la variazione positiva dello 0,5% della rilevazione precedente (consensus +0,5%).
La Federal Reserve ha reso noto che nel mese di settembre la Produzione Industriale ha evidenziato un decremento dello 0,6% rispetto al mese precedente. Il dato è risultato inferiore alle aspettative (+0,5%) e in rallentamento dal +0,4% della rilevazione precedente. Il tasso di utilizzo della capacita' produttiva si e' attestato al 71,5% dal 72% precedente, risultando inferiore alle attese (71,9%).

(RV - www.ftaonline.com)