La Borsa di New York ha aperto l'ultima seduta della settimana in rialzo grazie ai progressi dei colloqui Usa-Cina. Il segretario al Tesoro americano, Steven Mnuchin, ha parlato di negoziati produttivi per trovare un accordo sulla questione commerciale. Il Dow Jones guadagna l'1,1%, l'S&P 500 lo 0,9% e il Nasdaq Composite lo 0,5%.
Tra i titoli in evidenza Nvidia +4%. Il produttore di chip specializzato in schede grafiche ha comunicato risultati relativi al quarto trimestre segnati da profitti sostanzialmente dimezzati da 1,12 miliardi, pari a 1,78 dollari per azione, a 567 milioni, e 92 centesimi. Su base rettificata l'eps si è attestato a 80 centesimi. Il consensus di FactSet era invece per 62 centesimi.
PepsiCo +1%. Il gruppo delle bevande ha annunciato una trimestrale in linea con le attese ma ha fornito una guidance debole. Per il 2019 l'utile per azione adjusted è atteso in calo a 5,50 dollari da 5,66 dollari del 2018. Gli analisti avevano previsto una crescita a 5,86 dollari.
Deere & Co. -0,1%. Il produttore di macchine agricole ha chiuso il primo trimestre fiscale con un utile per azione adjusted inferiore alle attese (1,35 dollari contro gli 1,76 dollari del consensus FactSet).
Adobe Systems -0,1%. Cowen ha tagliato il rating sul titolo della software company a market perform da outperform.
Newell Brands -17%. Il gruppo dei beni di consumo ha comunicato stime per il 2019 deludenti. L'Eps adjusted è atteso tra 1,50 e 1,65 dollari su ricavi per 8,2 e 8,4 miliardi (consensus Eps a 1,91 dollari su ricavi per 8,79 miliardi).
Applied Materials -5%. Il fornitore di strumenti per la manifattura di semiconduttori prevede per l'attuale trimestre un eps a 62-70 centesimi di dollaro, contro i 76 centesimi del consensus di Refinitiv. I ricavi sono invece stimati a 3,33-3,63 miliardi contro i 3,66 miliardi previsti dagli analisti.