Le principali Borse europee hanno aperto la seduta in ribasso a causa dei segnali di frenata dell'economia globale. L'indice Stoxx 600 cede lo 0,4%, il Dax30 di Francoforte lo 0,3%, il Cac40 di Parigi lo 0,2%, il Ftse100 di Londra lo 0,4% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,2%.
Tra i titoli in evidenza Ubs Group -3%. La banca svizzera ha comunicato per il quarto trimestre 2018 il ritorno all'utile per 696 milioni di dollari, contro il rosso di 2,42 miliardi del pari periodo del 2017, causato da aggravi per quasi 3 miliardi legati alla riforma fiscale Usa. La performance si è comunque rivelata peggiore rispetto ai 729 milioni di profitti del consensus. Nei tre mesi le entrate operative sono calate del 3,3% a 6,97 miliardi di dollari.
Linde +1%. Il gruppo dei gas industriali ha comunicato l'avvio di un piano di riacquisto di azioni proprie per complessivi 6 miliardi di dollari.
Bhp Group -2%. Il colosso minerario ha avvertito che una serie di stop alla produzione comporterà un impatto negativo di 600 milioni di dollari. Di conseguenza il gruppo anglo-australiano sarà costretto a rivedere la guidance d'esercizio in occasione della presentazione dei risultati del primo semestre (chiuso a fine dicembre) il prossimo 19 febbraio.
Hugo Boss +4%. Il gruppo del lusso ha registrato nel quarto trimestre una crescita dei ricavi più forte del previsto a 783 milioni di euro contro i 762 milioni del consensus.
TomTom -0,1%. Il produttore di sistemi di navigazione satellitare ha ceduto la divisione Telematics alla giapponese Bridgestone per 910 milioni di euro.
IG Group -7%. Il broker britannico ha chiuso il primo semestre con un utile ante imposte in calo del 17% a 113 milioni di sterline.