Le principali Borse europee hanno aperto la seduta in ribasso. L'indice Stoxx 600 cede l'1,4%, il Dax30 di Francoforte il 3,7%, il Cac40 di Parigi l'1,6%, il Ftse100 di Londra il 2,6% e l'Ibex35 di Madrid il 2,3%. La tendenza è tornata in negativo, con gran parte degli investitori che continua a chiudere le posizioni, anche per quanto riguarda beni-rifugio come l'oro (ancora in deciso arretramento), lasciandosi guidare soprattutto dai timori per gli effetti globali della pandemia di Covid-19.
Negativo il comparto auto. Nel mese di febbraio le vendite nei Paesi dell'Unione Europea e dell'area Efta più la Gran Bretagna sono diminuite del 7,2% a 1.066.794 veicoli. Lo ha annunciato l'Acea.
Tra i titoli in evidenza Hsbc Holdings -3,7%. Il gruppo finanziario britannico ha confermato la nomina a titolo definitivo di Noel Quinn, che rivestiva l'incarico di chief executive su base temporanea dallo scorso agosto in seguito alle dimissioni di John Flint.
Adidas -2%. Il colosso tedesco dello sportswear ha annunciato la chiusura temporanea di tutti i suoi punti vendita in Europa e Nordamerica a causa dell'epidemia di Covid-19. La decisione arriva dopo che la rivale Nike aveva fatto altrettanto domenica. Adidas, però, aveva inizialmente dichiarato che non avrebbe chiuso i suoi negozi (né quelli di Reebok), innescando diverse polemiche, cui poi ha fatto seguito il dietrofront.
Inditex -5%. La casa madre del marchio Zara ha annunciato un forte calo delle vendite (-24,1%) nella prima metà del mese di marzo (dal 1° al 16 marzo).
Sodexo -3%. Il gruppo della ristorazione collettiva ha ritirato la guidance 2020 a causa dell'emergenza coronavirus.
Airbus -14%. Jp Morgan ha tagliato il rating sul titolo del colosso aerospaziale a "neutral" da "overweight".

(RV - www.ftaonline.com)