Le principali Borse europee hanno aperto la seduta in ribasso. L'indice Stoxx Europe 600 cede lo 0,2%, il Dax30 di Francoforte lo 0,5%, il Cac40 di Parigi lo 0,2% e il Ftse100 di Londra lo 0,2%.
Sul fronte macroeconomico l'indice Gfk che misura la fiducia dei consumatori in Germania si attesta nel mese di agosto a 10,8 punti dai 10,6 punti della rilevazione precedente e del consensus.
In Spagna, il Ministero dell'Occupazione ha reso noto che nel secondo trimestre 2017 il tasso di disoccupazione e' sceso al 17,22% dal 18,75% della rilevazione precedente. Era atteso un tasso pari al 17,80%.
Tra i titoli in evidenza Deutsche Bank -4%. La banca tedesca ha chiuso il secondo trimestre con ricavi in calo e inferiori alle attese degli analisti.
Airbus -3%. Il colosso aerospaziale ha annunciato una trimestrale deludente. Nel secondo trimestre l'utile operativo adjusted è diminuito del 27% a 859 milioni di euro contro i 910 milioni del consensus.
Nokia +2%. Il gruppo delle infrastrutture di rete ha chiuso il secondo trimestre con un Ebit in crescita del 73%. Il dato è superiore alle attese (consensus 447 milioni).
Orange +2%. L'operatore telecom prevede per il 2017 un incremento dell'Ebitda adjusted.
AstraZeneca -15%. Il gruppo farmaceutico ha annunciato che i primi risultati degli studi clinici sul trattamento Mystic non hanno mostrato efficacia nella cura del cancro ai polmoni.
Royal Dutch Shell +0,8%. Il gruppo petrolifero ha più che triplicato i profitti nel secondo trimestre.
Roche +2%. Il gigante farmaceutico ha alzato le stime per l'esercizio in corso. Le vendite a cambi costanti sono ora attese in crescita del 5%.

(RV - www.ftaonline.com)