Le principali Borse europee hanno aperto la seduta senza grandi variazioni dopo il rally di ieri innescato dalla vittoria di Biden alle elezioni presidenziali Usa e dall'annuncio di Pfizer sull'efficacia superiore al 90% per il suo potenziale vaccino, dopo la prima valutazione preliminare della Fase 3. L'indice Stoxx 600 guadagna lo 0,1%, il Dax30 di Francoforte lo 0,1%, il Ftse100 di Londra lo 0,2% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,1%. Piatto il cac40 di Parigi.
Tra i titoli in evidenza Adidas -2%. Il gruppo d'abbigliamento sportivo ha comunicato per il terzo trimestre 2020 profitti netti in declino da 646 a 546 milioni di euro, ampiamente sopra però ai 527 milioni attesi dagli analisti. Nei tre mesi il colosso tedesco ha registrato un ribasso dell'utile operativo da 897 a 794 milioni di euro, a fronte di ricavi scesi da 6,41 a 5,96 miliardi di euro. Il consensus di FactSet era invece per 725 milioni e 5,94 miliardi rispettivamente.
Unibail-Rodamco-Westfield +19%. L'assemblea degli azionisti del gruppo immobiliare specializzato in centri commerciali ha respinto la proposta di aumento di capitale da 3,5 miliardi di euro.
Deutsche Bank +2%. Il gruppo bancario tedesco ha comunicato di avere raggiunto l'accordo per la cessione di Postbank Systems all'indiana Tata Consultancy Services (Tcs).
Lufthansa +1,7%. La compagnia aerea ha lanciato una emissione obbligazionaria convertibile "senior" per circa 525 milioni di euro con scadenza 2025.
Engie +0,5%. L'agenzia Moody's ha tagliato il rating del gruppo energetico a "Baa1" da "A3". L'outlook è stabile.
Sul fronte macroeconomico in Francia il tasso di disoccupazione relativo al terzo trimestre 2020 si e' attestato al 9%, superiore alla rilevazione precedente e alle attese rispettivamente fissate al 7,1%. e al 7,9%.
La produzione industriale nel mese di settembre è cresciuta dell'1,4% rispetto all'incremento dell'1,1% registrato nel mese precedente (consensus +0,8%).
Nel Regno Unito l'ONS (Ufficio Nazionale di Statistica) e l'ILO (International Labour Organization) rendono noto che nel trimestre luglio-settembre il tasso di disoccupazione si e' attestato al 4,8%, pari al consensus ma in crescita rispetto alla rilevazione precedente, fissata al 4,5%. A ottobre il numero di persone che hanno richiesto sussidi di disoccupazione e' diminuito di 29.800 unita' (le aspettative erano fissate su un incremento di 50.000 unità).Nel mese di settembre le persone che hanno richiesto sussidi erano diminuite di 40.200 unita' (rivisto da +28.000 unità).
Nel trimestre luglio-settembre l'Indice di retribuzione media con bonus è cresciuto dell'1,3% risultando superiore alla rilevazione precedente (+0,1%) e alle attese fissate al +1%. Lo stesso indice, calcolato escludendo i bonus, e' cresciuto dell'1,9% (consensus +1,5%), da +0,9% della rilevazione precedente.
Secondo quanto comunicato dal British Retail Consortium (Brc), in Gran Bretagna le vendite al dettaglio a perimetro costante sono cresciute in ottobre del 5,2% annuo, in rallentamento rispetto al 6,1% di settembre (4,7% in agosto). Secondo quanto emerge dal Brc-Kpmg Retail Sales Monitor le vendite totali sono invece salite in ottobre del 4,9% annuo, dopo il precedente incremento del 5,6% annuo (3,9% il rialzo di agosto).

(RV - www.ftaonline.com)