Le principali Borse europee hanno aperto l'ultima seduta della settimana in rialzo nonostante le preoccupazioni sull'arrivo di un vaccino contro il Covid-19 dopo che Pfizer ha dichiarato di avere avuto problemi nella supply chain che hanno costretto la big pharma newyorkese a dimezzare i target di consegne del farmaco per fine 2020. Il Cac40 di Parigi guadagna lo 0,4%, il Ftse100 di Londra lo 0,5% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,3%. Piatto il dax30 di Francoforte.
Petroliferi positivi: il greggio accelera e tocca i massimi da inizio marzo in scia alla decisione dell'OPEC+ (paesi OPEC più la Russia) di ridurre i tagli alla produzione di 0,5 milioni di barili al giorno a partire da gennaio. La notizia sostiene i prezzi in quanto si temeva che la riduzione degli attuali tagli (in pratica un incremento della produzione) potesse essere di 2 milioni.
Tra i titoli in evidenza JCDecaux +1% Cowen and Company ha avviato la copertura sulle azioni del gruppo della cartellonistica pubblicitaria con rating "market perform".
Croda International +2,5%. Credit Suisse ha migliorato il giudizio sul titolo dell'azienda britannica di specialità chimiche a "outperform" da "underperform".
Sul fronte macroeconomico il Dipartimento dell'Economia e della Tecnologia tedesco ha reso noto che a ottobre gli ordinativi industriali sono cresciuti del 2,9% rispetto al mese precedente, risultando superiori alle attese degli analisti fissate su un incremento dell'1,5%. A settembre gli ordinativi erano aumentati dell'1,1% rispetto al mese precedente (rivisto da +0,5%). Su base annuale gli ordinativi ricevuti sono cresciuti dell'1,8% rispetto allo stesso periodo del 2019.

(RV - www.ftaonline.com)