Le principali Borse europee hanno aperto la seduta in ribasso in attesa delle indicazioni che arriveranno più tardi dalla Bce. L'indice Stoxx 600 cede lo 0,5%, il Dax30 di Francoforte lo 0,7%, il Cac40 di Parigi lo 0,6%, il Ftse100 di Londra lo 0,4% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,9%.
Vendite su Daimler (-4%), Bmw (-2%) e Volkswagen (-2%). Il Governo tedesco ha limitato alle sole auto elettriche ed ibride gli incentivi per l'acquisto di nuove auto.
Accor -2,5%. L'agenzia S&P ha posto sotto osservazione per un possibile downgrade il rating "BBB-" del gruppo alberghiero.
Rémy Cointreau +5%. Il produttore di cognac ha comunicato per l'esercizio 2019-2020 (chiuso lo scorso 31 marzo) il crollo dei profitti netti del 29% annuo a 113,4 milioni di euro, a fronte del declino del 9% delle vendite a 1,02 miliardi. Il colosso francese del settore spirits ha dichiarato di attendersi un difficile primo semestre per l'attuale anno fiscale (con un crollo compreso tra il 45% e il 50% per l'utile operativo corrente), ma anche un deciso recupero nella seconda parte dell'esercizio, grazie soprattutto alla spinta della Cina.
L'Oréal -0,3%. Credit Suisse ha tagliato il rating sul titolo del gruppo dei cosmetici a "underperform" da "neutral".
Roche +0,5%. Il gruppo farmaceutico ha comunicato di avere ottenuto il via libera dalla U.S. Food and Drug Administration (Fda) per il suo Elecsys Il-6, test diagnostico che può essere usato per aiutare a identificare i contagiati da coronavirus che potrebbero essere ad alto rischio di'intubazione con ventilazione meccanica.
Carnival -1%. Il titolo del gruppo delle crociere uscirà dall'indice Ftse100 con effetto dalla chiusura del 19 giugno.
IG Group +2%. Il broker britannico prevede ricavi netti da trading annuali a circa 649 milioni di sterline, in crescita rispetto ai 476,9 milioni di un anno prima.

(RV - www.ftaonline.com)