Diverse blue chips hanno approfittato oggi del rimbalzo messo a segno dal Ftse Mib, ma più di qualcuna non è riuscita a sintonizzarsi con questo andamento positivo.

Tra i titoli più colpiti dalle vendite troviamo Bper Banca che, pur avendo recuperato posizioni dai minimi intraday, ha terminato gli scambi in netto calo, scivolando nella penultima posizione tra le blue chips.

Bper Banca, dopo aver ceduto oltre il 2,5% ieri, ha proposto un copione simile oggi, fermandosi a 3,623 euro, con un ribasso del 2,63% e quasi 5,3 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 4 milioni di pezzi.

A pesare sull'andamento odierno del titolo è stata la decisione dell'Antitrust che ha avviato un'istruttoria sull'operazione di acquisto di Unipol Banca da parte di Bper Banca.

Secondo l'Autorità l'operazione è suscettibile di determinare la creazione e/o il rafforzamento di una posizione dominante in alcuni mercati della raccolta, degli impieghi alle famiglie consumatrici e produttrici-piccole imprese, alle imprese medio-grandi, agli enti pubblici.

La concorrenza potrebbe essere ostacolata anche nel settore del risparmio gestito, con riferimento alla distribuzione dei fondi comuni di investimento e alla previdenza complementare, e nel mercato del risparmio amministrato, tale da eliminare o ridurre in modo sostanziale e durevole la concorrenza sui medesimi mercati.