Brusca inversione di rotta per i petroliferi che cancellano i ribassi iniziali e balzano in avanti: il greggio accelera al rialzo dopo aver toccato i minimi da fine maggio-inizio giugno. Il future gennaio sul Brent segna 37,20 $/barile (da 35,70 circa), il future dicembre sul WTI 34,95 $/barile (da 33,60 circa). Eni +1,8%, Tenaris +2,9%, Saipem +4,0%.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)