L'emissione del BTP in dollari annunciata nei giorni scorsi dal Ministero dell'Economia e delle Finanze si è rivelata un grade successo, con un notevole interesse da parte degli investitori.

Dopo quasi 10 anni dal precedente collocamento, il Tesoro è tornato sul mercato con un titolo di Stato italiano denominato in valuta Usa.

In serata il Mef ha comunicato i risultati del BTP multitranche a tasso fisso, con scadenze a 5, 10 e 30 anni.

In un primo momento si era parlato di un target di raccolta intorno ai 3 miliardi di dollari, ma questa cifra è lievitata ed è stata più che raddoppiata, visto che l'ammontare dell'emissione è stato pari a 7 miliardi.

Molto forte la domanda del mercato, con richieste per 20 miliardi di dollari, quasi il triplo dell'ammontare offerto.
Il Mef con una nota diffusa in serata ha reso noti i risultati dell'emissione, anticipando che con un successivo comunicato sarà specificata la composizione della domanda.

Nel dettaglio il BTP a 5 anni con scadenza 17 ottobre 2024 ha un tasso del 2,375%, pagato in due cedole semestrali.
L'importo emesso è stato pari a 2,5 miliardi di dollari e il titolo è stato collocato al prezzo di 99,719, corrispondente ad un rendimento lordo all'emissione del 2,435% in dollari.

Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com