All'indomani delle dimissioni del premier Conte, non solo Piazza Affari ha festeggiato, con il Ftse Mib in salita dell'1,77% a 20.847 punti, ma anche il mercato obbligazionario ha inviato ulteriori segnali positivi. 
Sulla scia del calo già registrato ieri, lo spread BTP-Bund si è ristretto ulteriormente e dopo aver toccato un minimo intraday a 198 punti base, si è fermato a 200,5 punti base, in flessione di quasi il 3,5%.
Ancora più ampia la flessione del rendimento del BTP a 10 anni che ha terminato la seduta all'1,332%, con un affondo del 3,97%, dopo aver toccato nell'intraday un minimo all'1,31%, su valori che non si vedevano ormai da inizio ottobre del 2016.