BTP nervosi in vista del voto. I possibili scenari secondo UBS

Intanto i BTP restano preda di un maggiore nervosismo, per via dell'incertezza politica in vista dell'appuntamento elettorale di domenica prossima, quando ci saranno le votazioni regionali in Emilia Romagna e in Calabria.

Il risultato che sarà consegnato dalle urne potrebbe avere delle ricadute più o meno significative sul Governo, con il rischio di nuove turbolenze nell'attuale coalizione che non vanta certo una grande serenità.

Una vittoria della Lega in Emilia Romagna, storica roccaforte del centro-sinistra, secondo gli analisti di UBS non implicherebbe necessariamente elezioni anticipate, ma si potrebbe assistere ad un cambiamento di leadership.

Questa ipotesi è considerata più probabile di una rottura dell'attuale coalizione PD-M5S che attualmente a detta di UBS sembra destinata a rimanere alla guida dell'Italia per tutto l'anno.

La banca elvetica però al contempo avverte che un trionfo della Lega alle elezioni regionali, vista la debolezza dei dati macro e gli spread compressi dei titoli di Stato, si potrà tradurre in delle prese di profitto sul rischio Italia da parte degli investitori.

In sostanza i BTP sarebbero oggetto di vendite, più o meno copiose, mentre un'ampia conferma che l'attuale Governo resterà al potere dovrebbe ridurre i premi al rischio.