I segnali negativi registrati venerdì scorso, sono stati in parte annullati dalla sessione odierna, nella quale si è avuto un rientro delle tensioni manifestatesi prima del week-end sull'obbligazionario italiano

Complice anche l'assenza di Wall street, rimasta chiusa per festività, il mercato oggi è stato dominato da un certa calma.

Gli investitori hanno preferito non sbilanciarsi mentre ragionano sui possibili effetti economici del coronavirus e in un contesto di questo tipo ad avere la meglio sono stati i BTP che si confermano più allettanti rispetto ad altri bond europei con rendimenti negativi.

A fine giornata così lo spread BTP-Bund è sceso dell'1,67% a 129,9 punti base e gli acquisti hanno dominato la scena sui titoli di Stato, tanto che il rendimento del decennale è sceso dello 0,9% al 2,28%.

Il mercato si è subito ripreso così dopo la giornata negativa di venerdì scorso e proprio la reazione odierna conferma che prima del week-end le vendite sui BTP sono state alimentate da semplici prese di profitto.

Come evidenziato dagli analisti di Marzotto Investment House in un report diffuso oggi, i titoli del debito italiano per ora non soffrono delle tensioni all’interno dell’esecutivo.