Buona performance per Unipol in avvio di ottava. Kepler Cheuvreux conferma la raccomandazione buy sul titolo e incrementa il target da 6,15 a 6,35 euro. Molto bene anche la controllata UnipolSai, +5,0% a 2,38 euro. Unipol guadagna ulteriore terreno dopo il +2,54% messo a segno venerdì e tocca i massimi da inizio marzo spingendosi fino a quota 4,066 euro. Il gruppo finanziario alla fine della scorsa settimana aveva approfittato dei risultati del primo semestre: raccolta diretta assicurativa in calo a 6,1 miliardi di euro (-16,4% a/a) ma risultato netto consolidato in forte progresso a 617 milioni di euro (353 milioni nel sem1 2019). Nella conferenza per la presentazione dei risultati l'a.d. Carlo Cimbri ha dichiarato che il gruppo raggiungerà e probabilmente batterà i target del piano, aggiungendo che i dividendi non distribuiti (quelli a valere sull'esercizio 2019) per le raccomandazioni delle autorità (l'IVASS) sono accantonati e saranno pagati non appena le raccomandazioni verranno rimosse. Il rialzo di lunedì ha permesso alle quotazioni il superamento del picco del 23 luglio a 3,90 euro e quello della resistenza offerta a 4 euro dal 61,8% di ritracciamento del ribasso dal top di febbraio (percentuale di Fibonacci). Se i prezzi riusciranno a consolidare al di sopra di area 4 euro anche nelle prossime sedute diverrà probabile una estensione del rialzo almeno fino a 4,35 euro, lato alto del canale crescente disegnato dai minimi di marzo. Target successivo a 4,63, limite superiore del gap ribassista del 28 febbraio. Sotto il minimo del 7 agosto a 3,71 atteso invece il raggiungimento della base del canale citato, supporto critico anche di medio periodo a 3,50 circa.

(AM - www.ftaonline.com)