CIR (+6,8%) si allunga oltre i massimi estivi a 1,03, segnalando di possedere le energie necessarie per risalire la china verso i massimi di inizio anno a circa 1,11 euro, a contatto con il 38,2% di ritracciamento del ribasso in forza dai top del 2017. L'incapacità di lasciarsi alle spalle area 1,03 insinuerebbe invece il rischio di ritorno sui supporti a 0,90 circa.

(CC - www.ftaonline.com)