Il Consiglio di Amministrazione di CALEFFI, società specializzata in articoli home fashion, riunitosi in data odierna, ha approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2019 e il Piano Industriale 2019-2022.

  • 1H2019: Fatturato Euro 22,8 milioni (1H2018: Euro 22,4 milioni); EBITDA adjusted Euro 0,5 milioni (1H2018: Euro -0,7 milioni)
  • FATTURATO 2019 atteso a Euro 51 milioni; EBITDA adjusted superiore a Euro 2 milioni (2018: Euro 0,6 milioni)
  • TARGET 2022: Fatturato 52-54 milioni di Euro; EBITDA Margin adjusted superiore a 8%
  • Obiettivi strategici del piano: ingresso in nuove linee di attività, aumento della presenza sui canali web e social, rivisitazione dell'offerta in chiave fast-fashion e crescita della redditività
  • Sostenibilità: realizzazione di progetti plastic free

Guido Ferretti, Amministratore Delegato di CALEFFI Group: "I risultati del primo semestre 2019 riflettono positivamente le azioni prontamente poste in essere dalla Società da inizio anno (tra cui quelle di razionalizzazione dei costi) a seguito dei risultati poco brillanti consuntivati nel 2018, evidenziando un deciso miglioramento delle performance del gruppo Caleffi rispetto ai dati del I semestre dell'esercizio precedente, con una redditività operativa nuovamente positiva per circa 500 mila euro in luogo del risultato negativo per 700 mila euro del 30 giugno 2018. Gli effetti di tali azioni - che proseguiranno nel corso dell'anno in linea con le previsioni del Piano Industriale - saranno più compiutamente apprezzabili nei risultati dell'intero esercizio 2019, con un fatturato atteso a 51 milioni di euro e un EBITDA adjusted1 superiore a Euro 2 milioni, più che triplicato rispetto al 2018. Il 2019 - primo anno del Piano Industriale - contribuirà per circa il 44% sugli obiettivi di recupero redditività previsti a Piano. L'action plan che il CDA ha approvato per il triennio 2020- 2022 consentirà, invece, una crescita del Fatturato, che si attesterà nel 2022 nel range di 52- 54 milioni di euro, in netta controtendenza rispetto al trend del mercato di riferimento, e un ulteriore incremento della redditività, con un EBITDA margin adjusted1 target al 2022 superiore all'8%."