Facendo seguito all'approvazione - in data 10 maggio 2019 - delle linee strategiche del Piano Industriale 2019-2022 del gruppo Caleffi ("PMT") e in vista dell'approvazione del PMT prevista per il prossimo 12 settembre, il Consiglio di Amministrazione di CALEFFI - riunitosi in data odierna - ha preliminarmente valutato, relativamente alla sola capogruppo Caleffi S.p.A., i potenziali impatti economici del citato PMT al 31 dicembre 2022. Fermo restando che la puntuale quantificazione del PMT - articolato e sviluppato su diversi cantieri e in un mercato particolarmente complesso e competitivo - è ancora in corso di definizione da parte della Società, con riferimento alla capogruppo Caleffi S.p.A. si prevede, al 31 dicembre 2022, un impatto positivo delle attività/azioni previste nel PMT nei seguenti termini:
- fatturato compreso tra i 41 milioni di euro e i 42 milioni di euro;
- EBITDA compreso tra i 3 milioni di euro e i 3,5 milioni di euro.
Guido Ferretti, Amministratore Delegato di CALEFFI Group: "Le preliminari valutazioni sugli impatti del PMT al 2022 si pongono in controtendenza rispetto ai risultati conseguiti nel 2018, soprattutto per quanto concerne la redditività dell'Azienda, prevista positiva e in costante crescita nel corso del Piano. Le attività previste garantiranno a Caleffi un costante sviluppo e una creazione di valore sostenibile nel tempo, anche grazie allo sviluppo di ricavi in nuovi segmenti di mercato, alla razionalizzazione dei costi, alla valorizzazione del brand Caleffi mediante comunicazione omnichannel e alla ridefinizione dell'assetto organizzativo e di governance". I target economico-finanziari del PMT (ricavi, EBITDA, EBT e PFN) del Gruppo Caleffi (inclusi, dunque, gli economics della divisione lusso Mirabello Carrara S.p.A.) saranno presentati alla comunità finanziaria a seguito dell'approvazione prevista in data 12 settembre 2019.