Finale di settimana in flessione per Cerved che, dopo aver archiviato la seduta di ieri con un rally di quasi il 5%, oggi cede il passo ad alcune prese di profitto.

Il titolo in realtà ha anche provato inizialmente ad allungare il passo, salvo poi fare marcia indietro e scivolare in territorio negativo. Negli ultimi minti Cerved viene scambiato a 8,93 euro, a poca distanza dai minimi intraday, con un ribasso dello 0,94% e oltre 560mila azioni trattate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 650mila pezzi.

Ieri il titolo ha fatto il pieno di acquisti grazie ai rumors di stampa relativi all'interesse da parte di altri fondi di private equity oltre ad Advent International.

In serata, sempre ieri, il Cda di Cerved ha comunicato la lista di candidati che verrà sottoposta all’assemblea convocata il 16 aprile per la nomina del nuovo Board.

La lista indica Andrea Mignanelli, attuale amministratore delegato di Cerved Credit Management, come candidato al ruolo di CEO.

Equita SIM ricorda che il nome di Mignanelli era già circolato insistentemente nelle scorse settimane come possibile nuovo amministratore delegato di Cerved e gli analisti ritengono che la sua nomina possa rappresentare una notizia positiva per il titolo.

Questo alla luce della profonda conoscenza della società e della significativa capacità di execution dimostrata a capo della divisione Credit Management.

La lista include anche i nomi dell’attuale amministratore delegato Gianandrea De Bernardis (primo in lista) e dell’attuale presidente Fabio Cerchiai.