Ad integrazione di quanto comunicato in data 29 luglio e 1 agosto 2018, Class Editori comunica che, come anticipato, la società di revisione BDO ha riemesso la Relazione di revisione contabile limitata, qui allegata, sulla relazione finanziaria trimestrale consolidata al 31 marzo 2018 di Class Editori S.p.A., nella versione integrata approvata dal Consiglio di Amministrazione il 23 agosto scorso. In data 31 luglio 2018, BDO aveva emesso la propria relazione senza essere in grado di raggiungere una conclusione; la nuova relazione sostituisce quella del 31 luglio, a seguito dell'avvenuto completamento delle attività di revisione che non era stato possibile concludere entro il 31 luglio 2018, ed esprime un giudizio positivo e senza rilievi, con richiamo di informativa a quanto contenuto nei paragrafi "Rischi di liquidità" e "Principali incertezze e continuità aziendale" della Relazione sulla Gestione al 31 marzo 2018 del gruppo Class Editori, nonché nelle note illustrative. Come già anticipato, la relazione trimestrale consolidata al 31 marzo 2018 è stata sottoposta a revisione contabile limitata su base volontaria, per maggiore trasparenza verso il mercato anche in previsione dell'Offerta di Scambio che Class Editori lancerà sulle azioni di minoranza della controllata Gambero Rosso S.p.A.. La relazione riemessa di BDO dà atto che si è realizzato l'aumento di capitale di 15 milioni con l'apporto della partecipazione di controllo di Gambero Rosso spa che dopo l'ops potrebbe incrementarsi di altri 7,2 milioni; che è stato approvato il piano industriale 2018-2021 che definisce il nuovo modello di business di azienda che non vende solo contenuti e pubblicità ma con le conoscenze che derivano dai contenuti eroga servizi alle aziende e agli individui, contribuendo nell'arco di piano al ritorno a risultati economici positivi, che già con l'integrazione di Gambero Rosso mostrano un ebitda positivo a fine anno; che è in fase di avanzato percorso la rimodulazione e consolidamento con le banche del relativo debito. Per tutto ciò, nonostante le incertezze del mercato che per la Casa editrice tuttavia segna nei primi sei mesi un risultato positivo del fatturato pubblicitario (+3%), il Consiglio d'amministrazione presieduto da Giorgio Luigi Guatri ha confermato la capacità del Gruppo a operare come entità in funzionamento.