La *posizione finanziaria netta *della Casa editrice presenta alla data del 31 marzo 2019 un saldo negativo pari a 93,39 milioni di euro rispetto ai 72,35 milioni al 31 dicembre 2018.Circa 19,82 milioni di euro si riferiscono all'iscrizione di passività finanziarie conseguenti all'introduzione del nuovo principio contabile internazionale Ifrs16,in particolare legato alla contabilizzazione dei canoni d'affitto per tutta la durata del contratto.
Al netto di tale effetto contabile, l'indebitamento finanziario netto della Casa editrice al 31 marzo 2019 risulta pari a 73,57 milioni di euro.

Il conto economico della Casa editrice di seguito rappresentato evidenzia l'incidenza del Gruppo Gambero Rosso sui dati consolidati del primo trimestre 2019. Si ricorda che l'acquisizione della quota di controllo di Gambero Rosso è avvenuta in data 29 maggio

*Andamento del mercato e principali eventi economico-finanziari del trimestre
*Rispetto ad un mercato pubblicitario in flessione del3,5% e che si avvicina allo zero(-0,2%) solo includendo la stima degli Over the Top ( OTT), la Casa editrice è riuscita a conseguire una crescita della pubblicità commerciale, a perimetro omogeneo, pari al +2% grazie alla vivacità e alla numerosità delle iniziative proposte.

In un mercato della stampa molto preoccupante (-12,3%) i periodici della casa editrice chiudono in sostanziale parità a perimetro omogeneo (rispetto al -13% del mercato) e i quotidiani confermano il buon andamento della commerciale (+1%) allineata all'omologo periodo del 2018 in virtù di progetti editoriali speciali qualiMilanoMarketing Festival e Milano Capitali.

Positiva la raccolta della pubblicità legale (+21%) e in sofferenza la pubblicità finanziaria (-23%) che rispecchia un mercato ancora più negativo (-31,9%).