Il Consiglio di Amministrazione di Conafi, holding di partecipazioni quotata sul mercato MTA, ha approvato in data 2 ottobre 2019 i progetti di fusione per incorporazione in Conafi delle società interamente possedute ServizieValore *S.r.l. Società Unipersonale e Tec*hinvoice S.r.l. Società Unipersonale (le "Società Incorporande").

Le fusioni per incorporazione hanno l'obiettivo di semplificare la catena partecipativa, concentrare la gestione delle Società Incorporande e razionalizzare le attività dalle stesse esercitate, così raggiungendo una maggiore efficienza operativa ed una semplificazione dei processi amministrativi, nonché una riduzione dei relativi oneri.

Poiché Techinvoice e ServizieValore sono possedute al 100% da Conafi, le fusioni per incorporazione saranno attuate secondo il regime semplificato previsto dall'articolo 2505 c.c. e non saranno assegnate azioni di Conafi in concambio delle partecipazioni nelle Società Incorporande, che saranno quindi annullate.

Lo statuto di Conafi non subirà alcuna modifica per effetto della fusione e la stessa non legittimerà alcun diritto di recesso per gli azionisti. Le decisioni di fusione (i) per Conafi, saranno adottate dall'organo amministrativo, così come previsto dallo statuto sociale, fatta salva la possibilità per gli azionisti titolari di azioni rappresentative di almeno il 5% del capitale sociale, di chiedere (ai sensi dell'art. 2505, comma 3, del codice civile), entro 8 giorni dal deposito del progetto di fusione presso il competente Registro delle Imprese, che la decisione venga assunta in sede assembleare a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, apposita domanda a Conafi S.p.A., Area Legale e Affari Societari – presso la sede legale di Via Aldo Barbaro 15, 10143 Torino – corredata dell'apposita comunicazione comprovante la titolarità delle azioni, anticipando la documentazione al fax n. 011/096.05.12, mentre (ii) per le Società Incorporande, la decisione verrà assunta dalle relative assemblee dei soci.