Il Consiglio di Amministrazione di Conafi S.p.A. ("Conafi"o la "Società"), holding di partecipazioni quotata sul mercato MTA, ha approvato i risultati economicofinanziari consolidati al 30 giugno 2019.

  • Risultato netto consolidato negativo per 1,3 milioni di Euro (positivo per 1,3 milioni di Euro al 30/06/2018)
  • Posizione finanziaria netta attiva pari a 15,2 milioni di Euro (attiva per 18,2 milioni di Euro al 31/12/2018)
  • Patrimonio netto consolidato pari a 19,0 milioni di Euro (23,3 milioni di Euro al 31/12/2018
  • Ricavi pari a 0,6 milioni di Euro (0,8 milioni di Euro al 30/06/2018)
  • Costi operativi al lordo di ammortamenti e accantonamenti ai fondi, pari a 2,2 milioni di Euro (3,5 milioni di Euro al 30/06/2018)
  • Risultato operativo lordo negativo per 1,6 milioni di Euro (negativo per 2,8 milioni di Euro al 30/06/2018)
  • Risultato dell'attività corrente al lordo delle imposte negativo per 1,3 milioni di euro (negativo per 3,1 milioni di Euro al 30/06/2018)
  • Nel periodo non sono presenti effetti economici derivanti da dismissione di attività (risultato positivo per 4,9 milioni di Euro al 30/06/2018)

Evoluzione prevedibile della gestione
La gestione sociale è indirizzata alla creazione e massimizzazione di valore per gli Azionisti attraverso la riorganizzazione dell'assetto societario e la predisposizione di un nuovo programma industriale che vede coinvolta la Conafi nella sua veste di holding di partecipazioni. Nel corso del primo semestre la Società ha proseguito le attività di analisi e studio in particolare dei settori della valorizzazione dei crediti commerciali e di quelli connessi allo sviluppo del settore immobiliare. Gli elementi raccolti e le ipotesi che ne sono derivate sono tutt'ora oggetto di valutazione in merito alla fattibilità e alla profittabilità di potenziali progetti imprenditoriali, attenti in particolare ad occupare segmenti di mercato più profittevoli o più consoni alle peculiarità delle potenzialità a disposizione del Gruppo. Contestualmente è iniziata la riorganizzazione dell'operatività della società controllata Prestitò che opera nel settore della mediazione creditizia. La società ha stipulato alcuni accordi con intermediari finanziari in modo da permettere di offrire maggiori opportunità alla propria clientela. Prestitò ha quindi iniziato a verificare l'interesse per i prodotti disponibili dei clienti del proprio portafoglio incrementando le attività commerciali e riorientando il personale dedicato, ad arricchire il ventaglio dei prodotti e delle prestazioni offerte in funzione di una costante attenzione alle dinamiche e alle esigenze di mercato, nonché allo sviluppo dell'attività verso l'acquisizione di nuova clientela mediante attività di marketing pubblicitario. Le attività intraprese e gli ulteriori sviluppi che sono in fase di studio nel settore della mediazione creditizia costituiranno quindi parte del programma industriale in via di definizione.