Secondo le ultime stime del Centro Studi Confindustria il PIL dell'Italia nel 2020 segnerà una flessione del 6% (a ottobre la previsione era +0,4%), per poi risalire del 3,5% nel 2021. Questo l'effetto sull'economia tricolore delle misure restrittive adottate per contrastare l'emergenza coronavirus. Il rapporto deficit/PIL 2020 è previsto al 5%, nel 2021 al 3,2% (1,6% nel 2019), mentre il debito/PIL 2020 è previsto a 147,2%, nel 2021 al 144,7% (134,8% nel 2019).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)