Correzione fisiologica per Azimut Holding dopo il forte progresso messo a segno a partire dai minimi di fine 2018. La struttura ascendente non è stata intaccata: il superamento di 18,10/18,20 euro rilancerebbe i prezzi verso 19,50/19,60, massimi allineati di maggio 2017 e gennaio 2018. Segnali di debolezza di brevissimo periodo in caso di discese sotto 16,50, prologo a un affondo sui 15,20/15,30.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)