L'Assemblea degli Azionisti di Credemholding (società che controlla il 77,7% del capitale sociale di Credito Emiliano S.p.A.), presieduta da Giorgio Ferrari, ha approvato in data odierna il bilancio dell'esercizio 2019 che si è chiuso con un utile consolidatodi 154,6 milioni di euro, in crescita del 9,6% rispetto a 141 milioni di euro del 2018.

L'Assemblea ha inoltre nominato il Collegio Sindacaleper gli esercizi 2020 -2022 come segue: Avv. Giulio Morandi (Presidente), Dr. Gianni Tanturli e Dr. Maurizio Bergomi (Sindaci effettivi), Dr. Vittorio Guidetti e Dr. Alberto Artemio Galaverni (Sindaci supplenti).

L'Assemblea degli Azionisti ha accolto la proposta del Consiglio di Amministrazione del 9 aprile scorso di destinare, in conformità con la raccomandazione della Banca Centrale Europea (ECB/2020/19) alla luce dell'epidemia Covid-19, tutto il risultato d'esercizio a riserva, progettando la convocazione di una successiva Assemblea per la distribuzione di quota parte delle riserve. Quest'ultima, in base alla citata raccomandazione, non potrà essere convocata prima del 1° Ottobre 2020 e comunque successivamente al venir meno dell'incertezza causata dall'attuale situazione sanitaria.

Tale decisione è stata accolta con senso di responsabilità da parte degli Azionisti di Credemholding che hanno costantemente sostenuto lo sviluppo della controllata. Si ricorda, a tale riguardo, la riconosciuta solidità del Gruppo Bancario Credito Emiliano -Credem, confermata da un giudizio SREP (requisito patrimoniale) assegnato dalla Banca Centrale Europea al vertice tra tutte le banche commerciali europee vigilate direttamente, e la prudenza da sempre dimostrata nel destinare la maggioranza degli utili generati negli ultimi anni a sostenere la crescita degli impieghi e dell'economia.

A seguito di tale decisione, si è determinatoun ulteriore rafforzamento dei coefficienti patrimoniali e, relativamente al dato di dicembre 2019, il CET1 ratio ha raggiunto il 13,74%, aumentando di 22 punti base.

L'Assemblea, infine, in seduta straordinaria, ha approvato le modifiche statutarie così come proposte e rese anticipatamente disponibili mediante la "Relazione e proposte sulle materie poste all'ordine del giorno" pubblicata sul sito internet (sezione "Assemblee").

Tali modifiche sono volte tra l'altro a:

  • incrementare il novero degli strumenti finanziari computabili nel Capitale di Vigilanza del Gruppo Bancario CREDEM;

  • introdurre un limite anagrafico per l'elezione di Consiglieri e Sindaci, al fine di rendere sistematico un processo volto a garantire un costante ricambio generazionale.

(GD - www.ftaonline.com)