Il Consiglio di Amministrazione di Credem, presieduto da Lucio Igino Zanon di Valgiurata, ha approvato il 6 febbraio 2020 i risultati individuali e consolidati preliminari del 2019. I risultati saranno presentati alla comunità finanziaria dal Direttore Generale Nazzareno Gregori oggi nel corso di una conference call alle 11.00 (CET).

Nazzareno Gregori, Direttore Generale Credem ha dichiarato: "Il 2019 è stato un anno con risultati di altissimo livello, ottenuti grazie all'impegno di tutte le persone che lavorano nel Gruppo. Abbiamo continuato ad acquisire nuova clientela, fatto che testimonia l'efficacia del modello di offerta e la qualità degli investimenti, diversificando ulteriormente le nostre attività. Sono particolarmente orgoglioso che, dagli esiti del processo di valutazione delle banche europee svolto dalla BCE, sia emerso che il Gruppo si posizioni al vertice della solidità a livello italiano ed europeo. In un contesto economico molto competitivo dobbiamo proseguire negli investimenti sulla digitalizzazione e sull'innovazione con un focus particolare su banca assicurazione, wealth management, reti di consulenza finanziaria e private banking, sostegno ai privati ed alle imprese, anche grazie alle sinergie con le società del Gruppo specializzate in leasing, factoring, servizi digitali e supporto all'agricoltura. Vogliamo quindi proseguire nell'evoluzione del nostro modello di servizio multi-canale e altamente diversificato, per continuare a creare valore nel tempo, con forte attenzione alla sostenibilità, per tutti gli stakeholder".

Nel corso del 2019 il Gruppo Credem ha continuato a sviluppare il modello di banca assicurazione che si rivela particolarmente efficace nella gestione delle molteplici necessità della clientela: si rafforza, in tal senso, la vocazione assicurativa del Gruppo con la raccolta assicurativa in crescita del 6,8% a/a a 7,4 miliardi di euro ed in particolare i premi assicurativi legati a garanzie di protezione vita e danni, pari a 62 milioni di euro, che registrano un incremento del 17% a/a. Il Gruppo ha proseguito inoltre nel sostegno all'economia del Paese, con i *prestiti *in crescita del 4,7% a/a (rispetto all'andamento di sistema che risulta invariato nello stesso periodo) raggiungendo i 26,7 miliardi di euro. I *mutui casa *alle famiglie, in particolare, registrano flussi erogati pari a 1.464 milioni di euro (+66% a/a).